Ricorso alla Direzione Regionale del Lavoro

In virtù dell’ art. 16, D.Lgs. n. 124/2004, il ricorso alla Direzione regionale del lavoro (DRL) è presentato avverso l’ordinanza-ingiunzione di pagamento emessa, ai sensi dell’articolo 18 della L. n. 689/1981, dalla DPL.

Il ricorso, ammesso in via alternativa a quello in opposizione dinanzi al Tribunale di cui all’articolo 22 della medesima legge, è proposto davanti al direttore della Direzione regionale del lavoro entro i trenta giorni successivi alla notifica del provvedimento, salvo che si contesti la sussistenza o la qualificazione del rapporto di lavoro per il quale si procede ai sensi dell’art. 17, D.Lgs. n. 124.

Il ricorso può essere presentato:

  • - alla DRL che ne rilascia ricevuta;
  • - con raccomandata con avviso di ricevimento, ove la data di spedizione vale quale data di presentazione. Dalla data apposta sull’avviso di ricevimento decorreranno invece i 60 giorni entro i quali la DRL dovrebbe decidere il ricorso.

Il Direttore della DRL decide entro i successivi 60 giorni dal ricevimento del ricorso, senza procedere ad audizioni del privato ricorrente, in ragione della previsione normativa secondo cui la decisione deve essere presa sulla base della documentazione prodotta dal ricorrente e di quella in possesso dell’amministrazione.

La presentazione del ricorso alla DRL non sospende l’esecuzione dell’ordinanza-ingiunzione salvo provvedimento espresso del Direttore della DRL.

Con il provvedimento motivato che decide il ricorso, che deve essere notificato al ricorrente, il Direttore della DRL conferma, in tutto o in parte, ovvero annulla l’ordinanza-ingiunzione impugnata. Decorso inutilmente il termine di 60 giorni, il ricorso si intende respinto (silenzio-rigetto).

La circolare ministeriale n. 24 del 2004 prevede che, a seguito della decisione espressa ovvero dopo l’inutile decorso del termine previsto per la decisione stessa, il trasgressore può proporre entro 30 giorni, che decorrono dalla notifica del provvedimento di decisione ovvero dalla scadenza dei 60 giorni, il ricorso in opposizione di cui all’art. 22 della legge n. 689/1981, avente per oggetto l’ordinanza-ingiunzione.

 

| by Centro Studi - Studio Cassone

Leave a Reply

  Video

........................................................................

  per saperne di più ....


........................................................................


  Guide Pratiche